Share this

Contrariamente alla narrazione prevalente vista nei media, non possiamo vaccinarci da questa pandemia di coronavirus e, secondo molti esperti, la vaccinazione di massa durante una pandemia può causare più danni che benefici.

Come il Dr. Geert Vanden Bossche ha recentemente descritto al World Council for Health, il ripetuto aumento dell’immunità tramite il vaccino e l’esposizione virale farà sì che gli anticorpi vaccinali superino gli importanti anticorpi innati, portando a un aumento delle malattie respiratorie acute, delle malattie autoimmuni e altro.

I vaccini Covid-19 utilizzati in tutto il mondo vengono definiti “a perdita”. Mentre i vaccini leaky possono riuscire a prevenire sintomi significativi o lo sviluppo di una malattia nel vaccinato, non impediscono l’infezione e quindi la trasmissione dell’agente patogeno. E questo è motivo di preoccupazione.

Non solo abbiamo imparato che le persone vaccinate si stanno infettando con carichi virali elevati come le loro controparti non vaccinate, ma le persone vaccinate stanno diffondendo il virus ai membri delle loro stesse famiglie a tassi allarmanti.

Mentre è ormai chiaro che il tentativo di vaccinarci contro la pandemia è fallito, altri aspetti preoccupanti di questa strategia stanno emergendo di giorno in giorno.

Vaccinare i nostri figli

vaccinare durante una pandemia

Alla luce della recente approvazione del vaccino della Pfizer per i bambini negli Stati Uniti, dovremmo considerare cosa può fare un vaccino difettoso ai sistemi immunitari più impressionabili, quelli dei nostri bambini.

Più volte la natura ha dimostrato di essere incredibilmente intelligente. Dal modo in cui una madre passa l’immunità al suo fragile neonato attraverso il suo latte materno all’ingenuità e alla reattività del sistema immunitario innato di un bambino, la natura ha escogitato modi per mantenere i più vulnerabili tra noi più sicuri di quanto alcuni sembrano disposti ad ammettere.

Questo processo naturale di costruzione dell’immunità di cui i nostri bambini sono stati dotati è ora in pericolo.

Secondoil dottor Thomas Francis, l’esposizione iniziale a un agente patogeno innesca il sistema immunitario per la vita. Se questo adescamento iniziale avviene con un vaccino che perde, come potrebbero essere influenzate tutte le risposte immunologiche future?

Il Dr. Paul Alexander suggerisce che “questo innesco iniziale, se squilibrato e sbagliato, farebbe barcollare e bloccare gravemente la nostra risposta immunitaria per il resto della nostra vita”.

Ora più che mai la gente comincia a fare domande sul processo di vaccinazione e scopre che le cose non quadrano. Mai prima d’ora abbiamo tentato di vaccinare la popolazione mondiale in un breve periodo di tempo contro un solo agente patogeno e, in larga misura, stiamo imparando man mano.

Evoluzione virale e immunità naturale

shutterstock 1932355178

Una domanda che è stata posta da alcuni, anche prima della nuova pandemia di coronavirus, è rilevante ora più che mai: I vaccini possono guidare l’evoluzione di ceppi più virulenti?

Ancora una volta, nonostante la narrazione prevalente dei media, la risposta a questa domanda è sì. Proprio come la selezione naturale eliminerà una variante che è così letale da uccidere l’ospite prima che abbia la possibilità di diffondersi, la selezione naturale probabilmente selezionerà le varianti che sono in grado di sopravvivere e diffondersi nonostante la variabile che è stata introdotta nell’equazione– il vaccino.

Questo significa che sarà necessario un nuovo vaccino per la nuova variante. Ma non appena viene introdotto un nuovo vaccino, una nuova variante può apparire per batterlo. Per questo motivo, non sarà mai possibile raggiungere “Zero Covid”. È nella natura dei virus mutare e possono farlo più rapidamente di quanto noi possiamo creare un nuovo vaccino.

Per fortuna abbiamo accesso all’immunità naturale che offre un’immunità più ampia e a lungo termine di quella fornita dai vaccini e questa immunità naturale, acquisita da un’infezione precedente, può essere abbastanza ampia da rendere conto delle varianti selezionate a causa dell’introduzione del vaccino.

Guardando avanti

Non solo ci siamo trovati nel mezzo di una pandemia in cui alcune autorità sanitarie globali insistono che possiamo sfuggire usando un vaccino che non ferma la diffusione della malattia, questa strategia può rendere il patogeno peggiore mentre alterando permanentemente il sistema immunitario dei membri più giovani e più sani della società.

Ora è il momento di insistere sulla libertà di scelta nell’assistenza sanitaria, sulle opzioni di trattamento precoce per il Covid-19, e sulla promozione di sistemi immunitari sani. Dobbiamo ricordare che c’è davvero un modo migliore.