Ormai avrete probabilmente sentito parlare della nuova variante SARS-CoV-2 di preoccupazione (VOC) che l’OMS ha ufficialmente chiamato Omicron – nota anche come B.1.1.529. In risposta alla scoperta di Omicron, diverse nazioni stanno imponendo restrizioni sui viaggi da otto paesi africani, con alcuni pronti a imporre ulteriori restrizioni sulla mobilità della loro gente.

Gran parte dei rapporti su questa variante sono stati speculativi e una quantità significativa di essi ha usato la paura come motivazione principale. Qui, metteremo la variante Omicron nel contesto, valuteremo i rischi, considereremo il quadro generale e vedremo quali azioni potreste voler intraprendere.

La mutazione è normale – I sistemi immunitari sani possono gestirla

shutterstock 1687124800

È la natura dei virus a mutare. Quando si replicano fanno quelli che si chiamano “errori di copiatura”. Questi errori sono mutazioni genetiche e un numero sufficiente di essi produce una nuova variante. Le mutazioni possono essere causate da un errore, dalla pressione delle cellule che stanno infettando o anche dalla vaccinazione. Molto è stato fatto sul fatto che Omicron ha circa 50 differenze di mutazione, oltre 30 delle quali sono nella proteina spike del virus. È importante notare che questa è ancora una differenza trascurabile e la mutazione non implica automaticamente che la variante sia peggiore.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

Un sistema immunitario sano che si è ripreso dal Covid-19 può riconoscere una nuova variante come lo stesso virus che ha già affrontato. Nel marzo di quest’anno, i ricercatori hanno preso campioni di cellule T da persone che erano guarite dal Covid-19 o che erano state recentemente vaccinate contro la malattia. Hanno poi esposto le cellule T ai peptidi di più varianti, compresi i VOC. In ogni caso, le cellule T hanno risposto alle varianti a cui erano esposte. In altre parole, l’immunità acquisita, sia per infezione naturale che per inoculazione, resisteva contro ogni singola variante.

Questo non è sorprendente e dovrebbe essere tenuto a mente mentre il mondo rivolge la sua attenzione alla nuova variante. Le infezioni conosciute finora hanno incluso sintomi come stanchezza, mal di testa, dolori al corpo, tosse secca e gola graffiante. Non si conoscono morti, né in Africa né altrove. Angelique Coetzee, presidente dell’Associazione Medica Sudafricana e responsabile della scoperta del B.1.1.529, ha riferito di aver visto solo“casi molto, molto lievi“.

Nessuna attinenza con la vostra decisione sul vaccino

Alcuni commenti sulla nuova variante sottolineano il fatto che proviene da paesi con bassi tassi di vaccinazione. Il Botswana, dove sono stati registrati i primi quattro casi, è vaccinato solo al 20%. Tuttavia, va notato che questi primi casi erano in individui vaccinati. L’implicazione causa-effetto qui è completamente infondata. C’è un forte argomento a favore del fatto che i programmi di vaccinazione eseguiti in una pandemia possono effettivamente guidare la mutazione.

C’è una spinta significativa in molti paesi per inoculare più persone. È quasi come se i leader mondiali stessero cantando: “Booster! Booster! Booster!” mentre forniscono aggiornamenti sulla variante. Ma sappiamo già che le inoculazioni Covid-19 non impediscono alle persone di prendere il virus, né fermano la sua diffusione. Ci sono anche valide preoccupazioni sugli effetti collaterali negativi associati ai vaccini. La vaccinazione è una scelta personale e non dovrebbe essere guidata dalla paura.

Esiste anche una spinta dei leader occidentali a vaccinare masse di persone in Africa. La nostra posizione è chiara: le nazioni africane possono determinare ciò che è meglio per il loro popolo; non hanno bisogno del “salvataggio” da parte delle nazioni occidentali desiderose di vaccinare.

I produttori di vaccini sembrano pronti a spingere i loro booster e a creare nuovi vaccini in risposta a questa variante. È importante ricordare che uno sviluppo sicuro richiede circa 10 anni. Secondo le prove disponibili, i nuovi prodotti vaccinali sviluppati in fretta e furia per Omicron sono assolutamente inutili e il loro uso sarebbe irresponsabile.

Le chiusure e i divieti di viaggio causano solo danni

shutterstock 1937814268

Le misure di blocco e i divieti di viaggio non frenano la diffusione della malattia. Questo è diventato chiaro negli ultimi due anni. Anche se non impediscono la diffusione o la morte, decimano ulteriormente i mezzi di sussistenza delle persone che già soffrono ed erodono la salute fisica e mentale di milioni di persone attraverso lo stress e l’isolamento. Per un paese come il Sudafrica, che ha già sofferto immensamente per i divieti di viaggio e le misure di blocco, nuove restrizioni avranno sicuramente un impatto devastante.

Anche i divieti di viaggio per le nazioni africane sono completamente sbagliati e vengono interpretati da alcuni come offensivi. Omicron è stato trovato in tutta Europa e in America Latina. Le autorità olandesi hanno annunciato che Omicron è stato trovato in campioni datati 19 e 23 novembre, prima che la scoperta della variante fosse annunciata dal Sudafrica il 26 novembre. Ladottoressa Charity Dean, un ex funzionario del California Department of Public Health che ha consigliato la Casa Bianca, non ha “alcun dubbio” che Omicron si stia diffondendo negli Stati Uniti. “In effetti, la mia sporca matematica basata su una serie di ipotesi, compresi i viaggi internazionali – stimerei che ci sono circa 2.000 casi negli Stati Uniti in questo momento”.

C’è un lato positivo?

shutterstock 1432400324

Omicron è nuovo e abbiamo ancora molto da imparare. Se i media e i funzionari si concentrano su quanto potrebbe essere cattiva la nuova variante, c’è una ragione per non considerare la possibilità che la nuova variante possa effettivamente essere buona?

Il dottor Karl Lauterbach, professore di epidemiologia in Germania, ha suggerito che Omicron potrebbe avvicinarsi alla fine della pandemia. Come può un VOC fare questo? A questo punto, tutti i segni indicano che Omicron è meno grave e letale delle varianti precedenti, il che significa che potrebbe essere ottimizzato per essere infettivo (un percorso evolutivo comune per i virus respiratori). Se questo è il caso, tutte le mutazioni erano molto probabilmente legate alla trasmissibilità perché i virus tendono a mutare solo in una delle tre direzioni: gravità, trasmissibilità e fuga immunitaria.

Se Omicron è davvero più trasmissibile e meno grave, questo significa che alla fine potremmo essere tutti esposti. E se lo siamo, ci riprenderemo usando il nostro sistema immunitario ottimizzato supportato da trattamenti sicuri ed efficaci. Superare la lieve infezione conferirà poi l’immunità per le varianti a venire.

Ma forse Omicron non è mutato per essere più trasmissibile. Perché allora i sintomi riportati sono lievi? I casi prevalentemente lievi potrebbero segnalare che l’immunità sta funzionando, nonostante le mutazioni.

Indipendentemente da come esattamente Omicron sia mutato e come si stia diffondendo, l’unica cosa che sappiamo è che è troppo presto per gli esperti per capire veramente la situazione. La maggior parte dei rapporti in questo momento è pura speculazione e allarmismo, nonostante i potenziali positivi che abbiamo affrontato sopra.

Il takeaway

Attualmente non ci sono prove che suggeriscano che la nuova variante Omicron sia motivo di allarme. Le mutazioni sono normali e il sistema immunitario umano è in grado di affrontarle. Se avete già l’immunità al Covid 19, sia naturale che tramite inoculazione, non c’è motivo di credere che questa variante possa sfuggirvi. In ogni caso, la cosa migliore che puoi fare per la tua salute – in ogni momento e non solo durante una pandemia – è sostenere il tuo sistema immunitario e vivere in un modo che supporti il tuo benessere generale.

La stampa e persino i portavoce del governo spesso dipingono un quadro desolante in cui gli esseri umani sono vittime impotenti senza alcuna capacità di reagire. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Il Covid-19 rimane una malattia curabile con un alto tasso di recupero di oltre il 99,9%. La stragrande maggioranza delle persone ha un sistema immunitario finemente affinato con una straordinaria capacità di sconfiggere qualsiasi minaccia. L’emergere di una nuova variante non cambia la situazione.

Piuttosto che la paura e il panico, che deprimono l’immunità, diffondiamo la speranza e rafforziamo le nostre difese con la positività.

Consider tipping our team if you found this resource helpful.

Creative Commons License
Free Cultural Work

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License and is available for republishing and use as a Free Cultural Work.