Le maschere facciali per bambini sono state introdotte in tutto il mondo in vari punti nel corso del 2020 con lo slogan confortante, Io ti proteggo. Tu mi proteggi,insieme alle assicurazioni che le maschere sarebbero state solo temporanee – per appiattire la curva.

Oggi in molte scuole, le maschere per i bambini continuano ad essere uniformemente obbligatorie nonostante le prove che suggeriscono che i loro rischi superano qualsiasi potenziale beneficio per i bambini.

Rischi chiave delle maschere per i bambini

  • Problemi di respirazione – ipossia (ossigeno inadeguato) e ipercapnia (livelli elevati di anidride carbonica nel sangue): L’aria aperta normale ha circa lo 0,04% di anidride carbonica in volume (400 parti per milione) e il L’Ufficio Federale Tedesco per l’Ambiente afferma che il limite per le stanze chiuse è dello 0,2% (2.000 ppm), e qualsiasi valore superiore è inaccettabile. Tuttavia, le prove dimostrano che i livelli di anidride carbonica all’interno delle maschere dei bambini si accumulano molto rapidamente. Dopo appena tre minuti, l’anidride carbonica nelle maschere dei bambini è stata misurata nella regione di 13.000 ppm, più di sei volte la massima esposizione all’anidride carbonica. I bambini più piccoli tendono ad avere i valori più alti. Livelli significativamente più bassi di ossigeno sono stati trovati anche nell’aria sotto le maschere. Questi livelli sono associati a condizioni quali mal di testa, sonnolenza, scarsa concentrazione, nausea e aumento della frequenza cardiaca.
  • Infezioni batteriche, virali e fungine come la polmonite batterica: Gli studi hanno scoperto che i germi (batteri, funghi e virus) si accumulano all’esterno e all’interno delle maschere, in un ambiente caldo e umido. L’inalazione di questi germi può causare infezioni fungine, batteriche e virali.
  • Difficoltà cognitive: Indossare le maschere è associato a problemi come stanchezza, esaurimento, mancanza di concentrazione, comunicazione compromessa e campo visivo alterato (soprattutto per quanto riguarda il terreno e gli ostacoli sul terreno), nonché mal di testa, disorientamento, nebbia cerebrale e confusione.
  • Effetti psicologici: La ricerca si riferisce al deterioramento psicologico come risultato di indossare maschere, tra cui ansia, distrazione, stress, panico e sentimenti depressivi. Sono stati riportati anche sentimenti di privazione della libertà e perdita di autonomia, aumento delle malattie psicosomatiche e rabbia repressa.
  • Effetti dermatologici: A differenza degli indumenti indossati su pelli chiuse, le maschere coprono le aree del corpo coinvolte nella respirazione (cioè il naso e la bocca). Questo porta a un aumento della temperatura e dell’umidità che cambia notevolmente le condizioni naturali della pelle, portando a eruzioni cutanee, acne, prurito e altre irritazioni della pelle.
  • Effetti dentali: I dentisti hanno descritto una condizione nota come “bocca a maschera”, associata a problemi come l’infiammazione delle gengive e della bocca, alito cattivo e infezioni fungine. La riduzione del flusso di saliva e l’aumento della placca e della carie sono anche legati all’uso eccessivo e inappropriato della maschera.
  • Particelle di micro e nano dimensioni – rischi di inalazione: La maggior parte delle persone sono consapevoli dei danni causati ai polmoni di molti lavoratori, compresi i tumori e altre malattie polmonari, come risultato del lavoro di routine svolto utilizzando materiali contenenti amianto durante gli anni ’60, ’70 e ’80 in tutto il mondo. Allo stesso modo, pesanti e L’esposizione prolungata alla polvere di silice come risultato del lavoro con la pietra e la sabbia può causare il cancro ai polmoni e altre malattie respiratorie come risultato dell’inalazione di piccole particelle. Laricerca ha dimostrato che le maschere per il viso rilasciare particelle di micro e nano dimensioni e il rischio è questi possono essere inalati dai bambini che sono obbligati a indossarli per molte ore durante la giornata scolastica. Nel marzo 2021, le notizie(1, 2) hanno evidenziato il richiamo di milioni di maschere in Canada dopo che le analisi hanno trovato prove di nanoparticelle di grafene sparse dai rivestimenti del viso.
  • Bisogni individuali dei bambini: Le maschere sono state universalmente richieste in tutte le scuole, di solito senza che siano state condotte valutazioni di rischio individuali – in violazione delle buone pratiche di sicurezza e salute sul lavoro. Di conseguenza, si è tenuto poco o niente conto delle diverse predisposizioni dei bambini, o anche delle loro condizioni di salute sottostanti come l’asma e l’epilessia. I medici hanno sottolineato l’importanza di considerare tali condizioni di salute. Per esempio, neurologi di Israele, Regno Unito e Stati Uniti hanno dichiarato che la maschera non è adatta alle persone con epilessia perché può scatenare l’iperventilazione.
  • Malattia a lungo termine: Nel contesto della sicurezza e della salute sul lavoro, una singola, breve e leggera esposizione a un pericolo può talvolta comportare pochi rischi. Tuttavia, esposizioni prolungate e pesanti possono essere altamente rischiose. Alcuni effetti avversi indotti dalla maschera sembrano relativamente minori a prima vista, ma l’esposizione ripetuta per periodi più lunghi in accordo con i principi patogenetici è rilevante. I ricercatori hanno avvertito che ci si devono aspettare malattie a lungo termine, come malattie cardiache e neurologiche, come conseguenza dell’uso della maschera.
  • Problemi di igiene: Le maschere, quando sono usate dal pubblico, sono considerate dagli scienziati un rischio di infezione perché le regole di igiene standardizzate degli ospedali non possono essere seguite al di fuori di quell’ambiente. Questo effetto sarà senza dubbio particolarmente pronunciato in una grande classe di bambini piccoli gestita da un solo insegnante.

E i potenziali benefici – le maschere funzionano?

shutterstock 1942775062

Indossare una maschera di tela o chirurgica per prevenire la trasmissione virale è stato paragonato a mettere un recinto di filo di pollo per impedire alle zanzare di entrare in un giardino. Il virus ha una dimensione di 1/10.000 mm e può facilmente passare attraverso le maschere mediche o di tela ad ogni inalazione ed esalazione

Per esempio, gli aerosol, il principale modo di trasmissione del virus, passeranno direttamente attraverso i pori del tessuto delle maschere.

Un grande studio danese pubblicato di recente che confronta i portatori di maschera e i non portatori di maschera in termini di tassi di infezione con Covid-19 non ha potuto dimostrare alcuna differenza statisticamente significativa tra i gruppi.

La prova, che continua a costruire, è che le maschere non sono utili per fermare la diffusione del virus. (Vedi: https://www.pandata.org/infobank-masks/)

Quali sono i rischi del virus per i bambini e per chi li circonda?

I bambini stessi sono a bassissimo rischio di Covid-19.
(Fonte: Lancet e BMJ)

I bambini non rappresentano un rischio elevato per gli altri.
(Fonte: BMJ, Acta Pediatrica)

Laricerca ha dimostrato che la maggior parte dei bambini è immune alla malattia.
(Fonte: Gavi).

Vedi anche: “Perché vacciniamo i bambini contro il COVID-19”

Un bambino può trasmettere una malattia che non ha?

shutterstock 1712657539

Le possibilità di trasmissione asintomatica tra, per esempio, due bambini che stanno abbastanza bene da essere a scuola sono estremamente basse. La prova che il Covid-19 potrebbe essere diffuso da persone senza sintomi è molto debole e proveniva da un rapporto di un singolo caso che è stato poi sfatato quando i rapporti hanno mostrato che al momento del contatto la cosiddetta donna asintomatica, è stata trovata a prendere farmaci per l’influenza (quindi non era in realtà un caso asintomatico a tutti).

In altre prove, uno studio su 10 milioni di persone in Cina non ha trovato alcuna trasmissione asintomatica del virus Covid-19.

Una nota sulle maschere mediche e le impostazioni di lavoro degli adulti

Come la maggior parte delle persone sa, chirurghi, dentisti e alcuni infermieri hanno indossato maschere chirurgiche in vari ambienti di lavoro altamente specializzati e ben supportati per molti anni. Questi contesti occupazionali molto specifici sono stati utilizzati per sostenere il mascheramento generale dei bambini nelle scuole di tutto il mondo.

Le maschere sono usate in ambito chirurgico per evitare che i fluidi corporei (come il sudore o la saliva) del chirurgo o del personale operativo siano trasmessi sulle ferite aperte del paziente o per evitare che il sangue o altri fluidi corporei salgano sul viso del chirurgo da un’incisione chirurgica.

In queste impostazioni, i chirurghi che indossano maschere sono altamente supervisionati, anche attraverso rigidi protocolli medici e ospedalieri. Questo personale altamente qualificato ha anche l’autonomia e la consapevolezza per assicurarsi di fare delle pause per la maschera quando la sicurezza lo richiede. In effetti, bisogna notare che questi professionisti del settore medico non indossano le loro coperture per il viso tutto il giorno tutti i giorni, come si fa attualmente con i bambini in alcune scuole.

child mask twitter

I bambini non sono mini-adulti e questi ambienti di lavoro molto specializzati non dovrebbero essere usati come argomento per mascherare tutti i bambini costantemente, in ogni giorno di scuola.

Estrapolare da questi ambienti di lavoro molto specifici e altamente controllati per adulti agli ambienti più generali incentrati sui bambini, come le scuole, non è appropriato e mette a rischio la salute dei bambini.

Conclusione

In considerazione dei rischi associati, i mandati che si vedono in tutto il mondo per i bambini nelle scuole di indossare coperture costanti per il naso e la bocca sono sproporzionati rispetto al rischio di Covid-19 per i bambini sani e il personale scolastico, nonché al rischio posto dai cosiddetti bambini asintomatici (cioè sani) per altri bambini vulnerabili o personale scolastico vulnerabile.

Per la legge, la scusa del “stavo solo eseguendo gli ordini” potrebbe non essere sufficiente a fornire alle scuole una protezione da azioni civili e penali – per non parlare della responsabilità morale – nel caso in cui un bambino subisca un danno come conseguenza dell’indossare la maschera.

I potenziali danni possono essere ampiamente evitati attraverso una cultura della compassione che rispetti i diritti umani e la scelta individuale. Le scuole dovrebbero tornare al vecchio e collaudato consiglio ai genitori di tenere i bambini a casa quando sono malati e insegnare loro a starnutire e tossire sui gomiti.

Dove le maschere sono uniformemente obbligatorie nelle scuole, c’è bisogno che gli organi di governo e i consigli di amministrazione rivedano urgentemente il loro approccio e considerino l’adozione di sistemi di maschere volontari che riconoscano il valore del buon senso, della scienza e della scelta personale.