Share this

Informazioni su questa guida

Questa è una guida in evoluzione con informazioni emergenti su come eliminare dal corpo le proteine spike virali e indotte dai vaccini. Gli elenchi di erbe e altre medicine e integratori sono stati compilati in una collaborazione tra medici internazionali, scienziati e professionisti della medicina olistica.

Poiché le infezioni da Covid-19, i vaccini Covid-19 e la questione dei danni da proteine spike sono nuovi, questa guida è informata da ricerche mediche consolidate ed emergenti, così come dall’esperienza clinica di medici internazionali e operatori della salute olistica; si evolverà man mano che emergeranno nuove prove.

Le medicine e gli integratori senza brevetto inclusi possono avere una disponibilità diversa nel mondo.

Chi potrebbe beneficiare di queste informazioni?

Se hai avuto il Covid-19, hai avuto recentemente un’iniezione di Covid-19, o stai sperimentando sintomi che possono essere collegati alla trasmissione del vaccino Covid-19 (chiamato anche shedding), potresti trarre beneficio dall’uso di uno o più elementi dalla nostra lista di farmaci e integratori per ridurre il carico proteico del picco. La proteina spike, che fa parte del virus Covid-19 ed è prodotta nel nostro corpo dopo l’inoculazione, può circolare nel nostro corpo causando danni a cellule, tessuti e organi.

Molte persone non sono state in grado di trovare aiuto per la malattia legata alla proteina spike (chiamata anche spikopatia) attraverso i servizi sanitari esistenti. Queste informazioni sono rilevanti se hai sperimentato reazioni avverse dopo un’iniezione, hai Long Covid, o hai la sindrome post iniezione di Covid (pCoIS).

shutterstock 564890788
Primo piano di un medico seduto a una scrivania

Nota importante: Questa guida è solo a scopo educativo. Se vi sentite male dopo la vaccinazione, cercate l’aiuto di un medico o di un operatore sanitario olistico. Per informazioni sulle malattie post-iniezione di Covid, vedi la guida post-iniezione di WCH.

La proteina spike si trova in tutte le varianti di SARS-CoV-2. Viene anche prodotto nel tuo corpo quando ricevi un’iniezione di Covid-19. Anche se non hai avuto alcun sintomo, sei risultato positivo al Covid-19, o hai sperimentato effetti collaterali avversi dopo un’iniezione, ci possono ancora essere proteine spike persistenti nel tuo corpo. Per eliminarli dopo il jab o un’infezione, i medici e gli operatori olistici suggeriscono alcune semplici azioni.

Si pensa che ripulire il corpo dalle proteine spike (da qui in poi chiamato detox) il più presto possibile dopo un’infezione o un’iniezione possa proteggere dai danni delle proteine spike rimanenti o circolanti.

In questa guida, discuteremo diverse caratteristiche chiave di queste condizioni che possono essere prese di mira durante una disintossicazione:

  • La proteina spike
  • Recettori ACE2
  • Interleuchina 6 (IL-6)
  • Furin
  • Serina proteasi

Informazioni importanti sulla sicurezza prima di iniziare una disintossicazione

Si prega di non intraprendere una disintossicazione da proteine spike senza la supervisione del vostro medico di fiducia. Si prega di notare quanto segue:

  • Tè di aghi di pino, neem, comfrey, Andrographis paniculata – Non dovrebbe essere consumato durante la gravidanza.
  • Magnesio – Il sovradosaggio è possibile, ed è più difficile da rilevare quando si consuma magnesio liposomiale. Pertanto, considerare una miscela di magnesio liposomiale e convenzionale, o solo magnesio convenzionale.
  • Zinco – Quando si consuma un multivitaminico che già include lo zinco, assicurarsi di regolare la quantità di zinco consumato in altri integratori.
  • Nattokinase – Non assumere durante l’uso di fluidificanti del sangue o in caso di gravidanza o allattamento.
  • Considera sempre il dosaggio – Quando prendi un multivitaminico, ricordati di regolare di conseguenza la quantità dei singoli integratori. (ad esempio, se il tuo multivitaminico contiene 15 mg di zinco, dovresti ridurre la tua integrazione di zinco di quella quantità).
  • Erba di San Giovanni – Questa medicina interagisce con molti farmaci. Non deve essere assunto se si stanno assumendo altri farmaci senza il parere del medico.

Misure proattive e di sostegno

Praticamente tutte le condizioni sono più facilmente gestibili nelle loro fasi iniziali. Dopo tutto, è certamente preferibile evitare del tutto una crisi di salute che reagire ad essa. Come dice il proverbio, un’oncia di prevenzione vale una libbra di cura.

Una dieta sana è vitale per sostenere un sistema immunitario sano.

shutterstock 540997561

Suggerimenti

  • Modificate la vostra dieta in modo da ridurre il consumo di alimenti pro-infiammatori. Si raccomanda una dieta a basso contenuto di istamina. Evitare i cibi lavorati e gli OGM.
  • Gli alimenti che si trovano nella Tabella 1 possono anche essere incorporati nelle diete quotidiane prima di contrarre il Covid-19 o di ricevere un Covid-19 jab, se ancora si sceglie di farlo.
  • Digiuno intermittente: La pratica del digiuno intermittente comporta l’implementazione di programmi di temporizzazione dei pasti che passano avanti e indietro tra periodi di digiuno volontario e non digiuno. Comunemente, coloro che praticano il digiuno intermittente consumano tutte le loro calorie giornaliere entro 6-8 ore ogni giorno. Questo metodo di dieta è usato per indurre l’autofagia, che è essenzialmente un processo di riciclaggio che avviene nelle cellule umane, dove le cellule degradano e riciclano i componenti. L’autofagia è usata dal corpo per eliminare le proteine cellulari danneggiate e può distruggere virus e batteri nocivi dopo un’infezione.
  • Si consiglia il consumo quotidiano di un multivitaminico. Fornisce un apporto di base di vitamina A, vitamina E, iodio, selenio, oligoelementi e altro, oltre alla vitamina C e alla vitamina D3.
  • La terapia del calore, come fare saune e bagni caldi, è considerata un buon modo per disintossicarsi dalle proteine spike.

Cos’è la proteina spike?

fusion medical animation rnr8D3FNUNY unsplash 2048x1152 1

Il virus SARS-CoV-2 contiene una proteina spike sulla sua superficie. Se avete visto le immagini del coronavirus, si tratta delle sporgenze simili al sole spesso raffigurate all’esterno del virus.

Durante un’infezione naturale, le proteine spike giocano un ruolo chiave nell’aiutare il virus a entrare nelle cellule del tuo corpo. Una regione della proteina, conosciuta come S2, fonde l’involucro virale alla membrana cellulare. La regione S2 permette anche alla proteina spike del coronavirus di essere facilmente rilevata dal sistema immunitario, che poi produce anticorpi per colpire e legare il virus.

Le proteine Spike sono anche prodotte dal tuo corpo dopo aver preso un Covid-19 jab, e funzionano in modo simile in quanto sono in grado di fondersi con le membrane cellulari. Inoltre, dato che sono fatte nelle tue cellule, le tue cellule sono poi prese di mira dal tuo sistema immunitario nel tentativo di distruggere la proteina spike. Così, la risposta del tuo sistema immunitario alle proteine spike può danneggiare le cellule del tuo corpo.

How an RNA vaccine works 1 1
How the RNA vaccine would work 1 1

Prove emergenti stanno anche dimostrando che nel nucleo delle nostre cellule la proteina spike compromette la capacità delle nostre cellule di riparare il DNA.

Perché dovrei considerare la disintossicazione dalla proteina spike?

La proteina spike di un’infezione naturale o di un vaccino Covid causa danni alle cellule del nostro corpo, quindi è importante agire per disintossicarsi da essa nel miglior modo possibile.

La proteina spike è una parte altamente tossica del virus, e la ricerca ha collegato la proteina spike indotta dal vaccino agli effetti tossici. La ricerca sulla proteina Spike è in corso.

Laproteina spike del virus è stata collegata a effetti avversi, come: coaguli di sangue, nebbia cerebrale, polmonite organizzata e miocardite. È probabilmente responsabile di molti degli effetti collaterali del vaccino Covid-19 discussi nella guida post-iniezione WCH.

Uno studio dibiodistribuzione giapponese per il vaccino Pfizer ha scoperto che, nelle 48 ore successive alla vaccinazione, le particelle del vaccino hanno viaggiato in vari tessuti in tutto il corpo e non sono rimaste nel sito di iniezione, con alte concentrazioni trovate nel fegato, nel midollo osseo e nelle ovaie.

Le prove emergenti sulla spikopatia suggeriscono che gli effetti legati all’infiammazione e alla coagulazione possono verificarsi in qualsiasi tessuto in cui si accumula la proteina spike. Inoltre, gli studi peer-reviewed sui topi hanno scoperto che la proteina spike è in grado di attraversare la barriera emato-encefalica. Quindi, negli esseri umani potrebbe potenzialmente portare a danni neurologici se non viene eliminato dal corpo.

Come ridurre il carico di proteine di picco

shutterstock 1936006348 2048x1417 1

Sostenere le persone con Long Covid e la malattia post-vaccino è un campo nuovo ed emergente della ricerca e della pratica sanitaria. Le seguenti liste contengono sostanze che possono essere utili. Questa lista è stata compilata da medici internazionali e operatori olistici con diverse esperienze nell’aiutare le persone a recuperare dal Covid-19 e dalla malattia post-iniezione.

Per fortuna, ci sono una serie di soluzioni naturali e facilmente raggiungibili per ridurre il carico di proteine di picco del tuo corpo.

Alcuni “Protein Binding Inhibitors” inibiscono il legame della proteina spike alle cellule umane, mentre altri neutralizzano la proteina spike in modo che non possa più causare danni alle cellule umane.

Inibitori della proteina Spike: Prunella vulgaris, aghi di pino, emodina, neem, estratto di foglie di dente di leone, ivermectina

Neutralizzatori di proteine Spike: N-acetilcisteina (NAC), glutatione, tè al finocchio, tè all’anice stellato, tè agli aghi di pino, erba di San Giovanni, foglia di consolida, vitamina C

  • Èstato dimostrato che l’ivermectina si lega alla proteina spike, rendendola potenzialmente inefficace nel legarsi alla membrana cellulare.
  • Diverse piante che si trovano in natura, tra cui gli aghi di pino, il finocchio, l’anice stellato, l’erba di San Giovanni e la foglia di consolida, contengono una sostanza chiamata acido shikimico, che può aiutare a neutralizzare la proteina spike. L’acido shikimico può aiutare a ridurre diversi possibili effetti dannosi della proteina spike, e si ritiene che contrasti la formazione di coaguli di sangue.
  • Dosi orali regolari di vitamina C sono utili per neutralizzare qualsiasi tossina.
  • Il tè di aghi di pino ha potenti effetti antiossidanti e contiene alte concentrazioni di vitamina C.
  • La nattochinasi (vedi tabella 1), un enzima derivato dal piatto di soia giapponese “Natto”, è una sostanza naturale le cui proprietà possono aiutare a ridurre la comparsa di coaguli di sangue.

Cos’è il recettore ACE2?

Il recettore ACE2 si trova nella parete cellulare, nel rivestimento dei polmoni e dei vasi sanguigni e nelle piastrine. La proteina Spike si attacca ai recettori ACE2.

È stato proposto che grandi concentrazioni di proteina spike possono legarsi ai nostri recettori ACE2 ed effettivamente “sedersi lì”, bloccando il regolare funzionamento di questi recettori in vari tessuti. L’interruzione di questi recettori è stata associata a una moltitudine di effetti avversi attraverso il funzionamento alterato dei tessuti.

  • Se le proteine spike si legano alla parete cellulare e “rimangono ferme”, potrebbero innescare il sistema immunitario per attaccare le cellule sane e possibilmente innescare una malattia autoimmune.
  • La proteina spike potrebbe attaccarsi ai recettori ACE2 situati sulle piastrine del sangue e sulle cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni, che possono portare a sanguinamenti o coaguli anormali, entrambi collegati alla trombocitopenia indotta dal vaccino (VITT)

Come disintossicare i recettori ACE2

shutterstock 1948155937

Sostanze che proteggono naturalmente i recettori ACE2:

  • Ivermectin
  • Idrossiclorochina (con zinco)
  • Quercetina (con zinco)
  • Fisetin

L’evidenza suggerisce che il legame dell’ivermectina al recettore ACE2 impedisce invece alla proteina spike di legarsi ad esso.

Cos’è l’Interleuchina-6?

L’interleuchina 6, o IL-6, è una proteina citochina principalmente pro-infiammatoria. Questo significa che è prodotto naturalmente dal corpo in risposta a un’infezione o a un danno tissutale e avvia la risposta infiammatoria.

Perché prendere di mira l’IL-6?

Alcune sostanze naturali aiutano il processo di disintossicazione post-jab prendendo di mira l’Interleuchina 6.

L’evidenza scientifica mostra che le citochine come IL-6, si trovano in livelli molto più alti tra quelli infettati da Covid rispetto agli individui non infetti.

L’IL-6 è stata utilizzata come biomarcatore per la progressione della Covid. Livelli aumentati di IL-6 sono stati trovati in pazienti con disfunzioni respiratorie. La meta-analisi ha rivelato una relazione affidabile tra i livelli di IL-6 e la gravità della covida. I livelli di IL-6 sono stati inversamente correlati alla conta delle cellule T nei pazienti in terapia intensiva.

Citochine pro-infiammatorie come IL-6 sono anche espresse dopo la vaccinazione, e gli studi suggeriscono che possono raggiungere il cervello.

Gliinibitori Il-6 sono stati infatti raccomandati dall’OMS per i casi gravi di Covid, per i quali sono stati descritti come salvavita.

Come disintossicarsi da IL-6

pexels andrea piacquadio 846080 1

I seguenti elenchi di sostanze naturali, tra cui diversi integratori alimentari antinfiammatori di base, possono essere utilizzati per prevenire gli effetti negativi di IL-6 inibendo la sua azione.

Inibitori dell’IL-6 (antinfiammatori): Boswellia serrata (incenso) ed estratto di foglie di dente di leone

Altri inibitori dell’IL-6: Cumino nero (Nigella sativa), curcumina, olio di pesce e altri acidi grassi, cannella, fisetina (flavonoide), apigenina, quercetina (flavonoide), resveratrolo, luteolina, vitamina D3 (con vitamina K2), zinco, magnesio, tè al gelsomino, spezie, alloro, pepe nero, noce moscata e salvia

Cos’è il furin?

La furina è un enzima che taglia le proteine e le rende biologicamente attive.

Perché prendere di mira il furin?

È stato dimostrato che la furina separa la proteina spike e quindi permette al virus di entrare nelle cellule umane.

Un sito di scissione della furina è presente sulla proteina spike di Covid, che si pensa renda il virus più infettivo e trasmissibile.

Gli inibitori della furina funzionano impedendo la scissione della proteina spike.

Come disintossicarsi dal furin

shutterstock 131777543 2048x1365 1

Sostanze che inibiscono naturalmente la furina:

  • Rutina
  • Limonene
  • Baicalein
  • Esperidina

Cos’è la serina proteasi?

La serina proteasi è un enzima.

Perché prendere di mira la serina proteasi?

L’inibizione della serina proteasi può prevenire l’attivazione della proteina spike e ridurre l’ingresso del virus nelle cellule, riducendo così il tasso di infezione e la gravità.

Come disintossicarsi dalla serina proteasi

tea g15eb262a7 1920 1

Sostanze che inibiscono naturalmente la serina proteasi e possono aiutare a ridurre i livelli di proteine di picco nel corpo:

  • Tè verde
  • Tuberi di patata
  • Alghe verdi blu
  • Soia
  • N-acetilcisteina (NAC)
  • Boswellia (incenso)

Cosa prendere? Quanto prendere? Da dove viene? Dove prenderlo?

Tabella 1. Farmaci e integratori che possono essere considerati
SostanzaFonte(i) naturale(i)Dove trovareDose raccomandata
IvermectinBatteri del suolo (avermectin)Su prescrizione
0,4mg/kg settimanalmente per 4 settimane, poi mensilmente
*Controllare le istruzioni della confezione per determinare se ci sono controindicazioni prima dell’uso
IdrossiclorochinaSu prescrizione200 mg alla settimana per 4 settimane *Controllare le istruzioni della confezione per determinare se ci sono controindicazioni prima dell’uso
Vitamina CAgrumi (es. arance) e verdure (broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles)Supplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online6-12g al giorno (divisi equamente tra ascorbato di sodio (diversi grammi), vitamina C liposomiale (3-6g) e palmitato di ascorbile (1 – 3g)
Prunella Vulgaris (comunemente conosciuta come self-heal)Pianta autorigeneranteSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online7 once (207 ml) al giorno
Aghi di pinoPinoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineConsumare il tè 3 volte al giorno (consumare anche l’olio/resina che si accumula nel tè)
NeemAlbero di neemSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineSecondo le istruzioni del suo medico o della sua preparazione
Estratto di foglie di dente di leonePianta di dente di leoneIntegratore (tè al dente di leone, caffè al dente di leone, tintura di foglie): negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineTintura secondo le istruzioni del medico o della preparazione
N-acetilcisteina (NAC)Cibi altamente proteici (fagioli, lenticchie, spinaci, banane, salmone, tonno)Supplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 1200mg al giorno (in dosi divise)
Tè al finocchioPianta di finocchioSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineNessun limite superiore. Inizia con 1 tazza e controlla la reazione del corpo.
Tè all’anice stellatoAlbero sempreverde cinese (Illicium verum)Supplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online
Nessun limite superiore. Inizia con 1 tazza e controlla la reazione del corpo.
Erba di San GiovanniPianta di erba di San GiovanniSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineCome indicato sul supplemento
Foglia di ComfreyGenere di piante SymphytumSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineCome indicato sul supplemento
NattokinaseNatto (piatto giapponese a base di soia)Supplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineCome indicato sul supplemento
Boswellia serrataAlbero Boswellia serrataSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineCome indicato sul supplemento
Cumino nero (Nigella Sativa)Famiglia di piante di ranuncoloNegozi di alimentari, negozi di alimenti naturali 
CurcuminaCurcumaNegozi di alimentari, negozi di alimenti naturali 
Olio di pescePesce grasso/oleosoNegozi di alimentari, negozi di alimenti naturaliFino a 2000 mg al giorno
CannellaCinnamomum albero genereNegozio di alimentari 
Fisetina (Flavonoide)Frutta: fragole, mele, mango Verdura: cipolle, noci, vinoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 100mg al giorno (consumare con i grassi)
ApigeninaFrutta, verdura ed erbe prezzemolo, camomilla, spinaci, sedano, carciofi, origanoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online50 mg al giorno
Quercetina (Flavonoide)Agrumi, cipolle, prezzemolo, vino rossoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 500mg due volte al giorno, consumare con Zinco
ResveratroloArachidi, uva, vino, mirtilli, cacaoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 1500 mg al giorno per un massimo di 3 mesi
LuteolinaVerdure: sedano, prezzemolo, foglie di cipolla
Frutti: bucce di mela, fiori di crisantemo
Supplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online100-300 mg al giorno (raccomandazioni tipiche del produttore)
Vitamina D3Pesce grasso, oli di fegato di pesceSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online5000 – 10.000 UI al giorno
Vitamina KVerdure a foglia verdeSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online90-120mcg al giorno (90 per le donne, 120 per gli uomini)
ZincoCarne rossa, pollame, ostriche, cereali integrali, prodotti lattiero-caseariSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online11-40 mg al giorno
MagnesioVerdure, cereali integrali, nociSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 350 mg al giorno
Tè al gelsominoFoglie di piante di gelsomino comune o SampaguitaDrogheria, negozi di alimenti naturaliFino a 8 tazze al giorno
Spezie Negozio di alimentari 
Foglie di alloroPiante di alloroNegozio di alimentari 
Pepe neroPiper nigrum piantaNegozio di alimentari 
Noce moscataSemi di albero Myristica fragransNegozio di alimentari 
SagePianta di salviaNegozio di alimentari 
RutinaGrano saraceno, asparagi, albicocche, ciliegie, tè nero, tè verde, tè ai fiori di sambucoSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online500-4000mg al giorno (consultare un operatore sanitario prima di assumere dosi più elevate)
LimoneneScorza di agrumi come limoni, arance e limeSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 2000 mg al giorno
BaicaleinScutellaria genere di pianteSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online100-2800mg
EsperidinaAgrumiSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, onlineFino a 150 mg due volte al giorno
Tè verdeCamellia sinensis foglie della piantaNegozio di alimentariFino a 8 tazze di tè al giorno o come indicato sull’integratore
Tuberi di patatePatateNegozio di alimentari 
Alghe verdi bluCianobatteriSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online1-10 grammi al giorno
Andrographis PaniculataPianta di chiretta verdeSupplemento: negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online400mg x 2 al giorno

*Controlla le contraddizioni
Estratto di cardo marianoSilymarinIntegratore; Negozi di alimenti naturali, farmacie, negozi di integratori alimentari, online200mg x 3 al giorno
Semi di soia (organici)SoiaDrogheria, negozi di alimenti naturali 

La maggior parte di questi articoli sono facilmente accessibili nei negozi di alimentari locali o come integratori nutrizionali nei negozi di alimenti naturali.

Nota: Questa lista non è completa e sono state suggerite anche altre sostanze, come la serrapeptasi e l’olio di CBD. Il Consiglio Mondiale della Sanità continuerà ad aggiornare questo documento quando emergeranno nuove informazioni.

Alcuni operatori olistici raccomandano anche sostanze per pulire il corpo dai metalli dopo la vaccinazione, come la zeolite e il carbone attivo. Il WCH preparerà a tempo debito una guida su come disintossicarsi dai metalli.

Top ten delle proteine spike essenziali per la disintossicazione:

  • Vitamina D
  • Vitamina C
  • NAC (N-acetilcisteina)
  • Ivermectin
  • Semi di nigella
  • Quercetina
  • Zinco
  • Magnesio
  • Curcumina
  • Estratto di cardo mariano

Per ulteriori informazioni e protocolli specifici, ecco alcuni siti web che possono essere di interesse:

Clicca qui per scaricare una guida in PDF dalla Caring Healthcare Workers Coalition.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

Support people-powered world health