Share this

Per chi è questo?

Questa guida è per le donne incinte, le nuove mamme, e anche per coloro che stanno cercando di concepire.

Ogni giorno migliaia di donne in tutto il mondo intraprendono un viaggio di genitorialità e questo non è stato diverso durante la pandemia di Covid-19. Fortunatamente le donne incinte non sono più a rischio di infezione rispetto alla popolazione generale e le persone sane sotto i 50 anni sono a basso rischio di malattia grave, ospedalizzazione o morte per il Covid-19.

Le donne incinte sane e le neo-mamme non hanno bisogno di preoccuparsi specificamente della malattia da coronavirus, poiché la malattia è facilmente trattabile e c’è molto che possono fare per sostenere la propria salute.

Inoltre, il nostro sistema immunitario naturale può proteggerci da microrganismi e virus, incluso il virus che causa il Covid-19. Le mamme incinte e le neomamme possono mantenere una buona salute e dare ai loro bambini un ottimo inizio con una dieta e uno stile di vita sani; questo aiuterà anche a sostenere il sistema immunitario.

Il World Council for Health riconosce l’importanza del tuo diritto di scegliere i trattamenti medici e di prendere decisioni sullo stile di vita in base alla tua personale analisi dei rischi/benefici. Come per tutte le indicazioni di questo sito web, vi incoraggiamo a parlare con il vostro medico di fiducia per un consiglio sul trattamento. La nostra guida non può sostituire il consiglio medico individualizzato del vostro medico di fiducia.

In questa guida, risponderemo alle domande:

Nel Regno Unito, il sito web del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists afferma:

  • Ledonne incinte sono state incluse nella lista delle persone a rischio moderato come precauzione.
  • L’evidenza attuale suggerisce che il ricovero in ospedale può essere più comune nelle donne incinte con Covid-19 che nelle donne non incinte della stessa età, tuttavia questo è in parte dovuto al fatto che le donne incinte sono anche ricoverate in ospedale per motivi non correlati al Covid-19.
  • Circa due terzi delle donne incinte con Covid-19 non hanno alcun sintomo, e la maggior parte delle donne incinte che hanno sintomi hanno solo un lieve raffreddore o sintomi simili all’influenza. Tuttavia, un piccolo numero di donne incinte può diventare malato con Covid-19.
  • Gli studi hanno dimostrato che ci sono tassi più alti di ammissione alle unità di terapia intensiva per le donne incinte con Covid-19 rispetto alle donne non incinte con Covid-19. È importante notare che questo può essere dovuto al fatto che i medici sono più propensi ad adottare un approccio più cauto nel decidere se ammettere qualcuno all’unità di terapia intensiva quando una donna è incinta.
  • Le donne incinte delle minoranze nere, asiatiche ed etniche sono a maggior rischio. Le donne di età superiore ai 35 anni, quelle che avevano un BMI (Body Mass Index) di 25 o più, e quelle che avevano problemi medici preesistenti, come la pressione alta e il diabete, erano anche a più alto rischio di sviluppare una malattia grave e di richiedere il ricovero in ospedale.*

Fonte: Infezione da coronavirus e gravidanza (rcog.org.uk)

*Nota: Per quanto riguarda l’ultimo punto, bisogna considerare che le donne incinte hanno normalmente più probabilità di essere ricoverate in ospedale rispetto alle donne non incinte e più se sono mamme anziane o hanno condizioni mediche preesistenti, e questo non è causato dal Covid-19. Negli ospedali, c’è un rischio maggiore di contrarre il Covid-19 e inoltre, ci sono molti test di routine sui coronavirus. Testare persone sane genera un alto numero di falsi positivi e non è diagnostico della malattia attiva.

Se prendo il Covid-19 quando sono incinta posso trasmetterlo al mio bambino?

Non sono state trovate finora prove che suggeriscano che un bambino non ancora nato possa contrarre il Covid-19 attraverso il flusso sanguigno della madre. Il Centre for Disease Control and Prevention (CDC) e la Society for Maternal-Fetal Medicine (SMFM) non hanno riportato casi di donne incinte che hanno trasmesso il virus ai bambini.

Durante la gravidanza, gli anticorpi delle madri vengono passati ai loro nascituri attraverso la placenta.

Gli anticorpi sono proteine speciali che il sistema immunitario produce per aiutare a proteggere il corpo da batteri e virus.

Cosa posso fare se prendo il Covid-19 in gravidanza?

Se siete altrimenti sani dovreste fare riferimento al nostro documento Linee guida per il trattamento precoce di Covid-19: Un approccio pratico all’assistenza domiciliare per le famiglie sane .

Sebbene la nostra Guida al trattamento precoce sia fornita come un servizio educativo per i pazienti e le loro famiglie, non fornisce consigli medici individuali né prescrive. Potresti anche consultare un farmacista per ulteriori indicazioni o un medico di tua scelta, per consigli individuali o cure mediche.

Integratori e farmaci più sicuri da usare in gravidanza

shutterstock 681569653

Le medicine sicure e suggerite includono:

  • Supporto immunitario: zinco, vitamina C, vitamina D, multivitamine, melatonina.
  • Lavaggio della bocca/spray nasale antivirale. In base alla gravità della sua malattia, il suo medico può prendere in considerazione la prescrizione di ivermectina – vedi nota qui sotto*
  • Antinfiammatorio N-acetilcisteina (NAC), e antistaminici come la cetirizina.
  • Gli antistaminici possono anche aiutare con la congestione nasale e il naso che cola.
  • L’aspirina anticoagulante può essere usata ma dovrebbe essere evitata durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza.
  • Acetaminofene/paracetamolo e farmaci per la tosse a supporto dei sintomi.

Farmaci da evitare:

  • L’ibuprofene dovrebbe essere evitato durante la gravidanza
  • La quercetina è un bioflavonoide naturale e normalmente presente nelle diete sane. La quercetina è sicura da prendere durante l’allattamento, tuttavia ci sono poche ricerche disponibili sul suo uso come integratore in gravidanza.

*Nota: Il professor Jacque Descotes, un esperto tossicologo che ha esaminato tutte le prove scientifiche sull’ivermectina nel marzo 2021 ha riferito che: “Non sono state registrate o sospettate conseguenze avverse immediate o a lungo termine su neonati e bambini esposti all’ivermectina attraverso la madre incinta”. Inoltre, che “Ci sono solo pochi dati sulle donne che allattano trattati con ivermectina. I livelli di ivermectina misurati nel latte sono risultati molto bassi”.

Quanto sono sicuri i vaccini Covid-19 in gravidanza?

shutterstock 1921785059

I vaccini Covid-19 non sono come qualsiasi altro vaccino prodotto in precedenza. Quindi dobbiamo mettere da parte la sicurezza e la storia dei vaccini tradizionali quando consideriamo questi nuovi vaccini Covid-19.

I vaccini tradizionali hanno una lunga storia di sviluppo e uso e funzionano inoculando persone sane con l’antigene. L’antigene è una parte biologica naturale del germe di un germe inattivato o indebolito.

I vaccini Covid-19 non sono vaccini tradizionali e funzionano in modo diverso.

Sono stati rapidamente sviluppati come una forma di biotecnologia, e sono per lo più autorizzati solo per un uso temporaneo di emergenza, il che significa che sono senza licenza e possono essere ritirati in qualsiasi momento.

Normalmente lo sviluppo di un vaccino richiede circa 10 anni e gli effetti a lungo termine e i rischi potenziali non possono essere conosciuti quando un prodotto viene sviluppato e commercializzato in meno di 1 anno.

I vaccini Covid-19 sono stati collegati a un alto livello di reazioni avverse. C’è una lista crescente di effetti collaterali come coaguli di sangue, cambiamenti nei periodi mestruali e persino aborto spontaneo. Ci sono prove da un documento di ricerca della Pfizer che è stato rilasciato sotto una richiesta di libertà di informazione (FOIA) che i vaccini Covid-19 non rimangono nel sito di iniezione nel muscolo del braccio, ma invece si diffondono in tutto il corpo, compreso il cervello e le ovaie. Gli effetti di questa bio-distribuzione non sono stati studiati. Non si sa nemmeno quanto del contenuto del vaccino o dei suoi prodotti, come le proteine spike, attraversino la placenta e se possano essere dannosi per un bambino in via di sviluppo.

Fonte: La Pfizer non ha eseguito i test sugli animali standard del settore prima dell’inizio degli studi clinici sull’mRNA? (trialsitenews.com)

È un principio importante quello di non fare danni, e questo è particolarmente cruciale quando si è incinta o si sta allattando.

Devo fare il vaccino Covid-19 se ho intenzione di rimanere incinta?

shutterstock 1971568340

Siete responsabili del vostro corpo e della vostra salute. Questo si chiama Autonomia Corporea e, per legge, bisogna darle certe informazioni per poter prendere una decisione. Deve anche essere permesso di prendere liberamente una decisione senza coercizione, costrizione o influenza e le deve essere dato il tempo per prendere tale decisione.

È il tuo corpo e la tua scelta ed è importante considerare questa decisione con attenzione. Questo processo si chiama consenso informato.

La decisione di prendere qualsiasi medicinale deve essere vostra e dovreste pensare molto attentamente prima di accettare l’inoculazione di Covid-19 perché non può essere tolta di nuovo o invertita.

Quali sono gli effetti a lungo termine per le donne incinte e i loro bambini che ricevono il vaccino?

shutterstock 1144632296

Gli effetti a lungo termine e gli effetti collaterali delle iniezioni di Covid-19 sono sconosciuti poiché queste terapie farmacologiche sono state sviluppate rapidamente e i dati sugli effetti avversi sono ancora da raccogliere, analizzare e studiare.

È possibile che ci siano effetti sulla fertilità e persino effetti genetici, dato che gli studi preclinici sono stati insufficienti nell’affrontare queste preoccupazioni.

Le iniezioni di Covid-19 non impediscono l’infezione o la trasmissione e l’immunità naturale è efficace. Una recente ricerca in Israele, dove è stato usato esclusivamente il vaccino Pfizer Covid-19, ha dimostrato che l’immunità naturale è 7 volte più efficace nel prevenire casi e infezioni con la variante delta, rispetto all’immunità indotta dal vaccino.

Gli adulti sani sotto i 50 anni, sono a basso rischio di malattia grave, ospedalizzazione o morte per Covid-19. Il Centro americano per il controllo delle malattie ha concluso in un rapporto che l’obesità è il fattore di rischio più forte per la malattia grave di Covid-19 e il rapporto ha anche affermato che il 95% degli adulti ospedalizzati con Covid-19 aveva almeno 1 condizione medica sottostante.

Gli adulti sani non sono più a rischio di morte per il Coronavirus che per l’influenza stagionale.

I vaccini Covid-19 possono influire sulla fertilità?

shutterstock 1582230364

Gli effetti dei vaccini Covid-19 sulla fertilità sono sconosciuti.

Durante lo sviluppo dei vaccini Covid19, sono stati condotti test di laboratorio, ma gli esperimenti non hanno incluso importanti indagini e non hanno riportato dati completi sulla tossicità riproduttiva. Inoltre, non sono stati effettuati studi di genotossicità (mutazione del DNA).

Al 29 settembre 2021, le informazioni di approvazione del governo britannico per il vaccino mRNA della Pfizer, affermano che gli studi di tossicità riproduttiva sono in corso e saranno forniti quando disponibili.

Fonte: Sintesi del rapporto di valutazione pubblica per il vaccino COVID-19 Pfizer/BioNTech – GOV.UK

Il vaccino Covid-19 è sicuro se sto allattando?

shutterstock 1523146733

Non si sa se i vaccini Covid-19 sono escreti nel latte materno.

Inoltre, i vaccini Covid-19 contengono nuovi ingredienti; non si sa se questi ingredienti passano nel latte materno e gli effetti sui bambini non sono stati studiati.

Uno studio della Pfizer rilasciato sotto una richiesta di libertà di informazione, ha dimostrato che gli ingredienti dei vaccini Covid-19 non sono rimasti nel braccio, ma si sono diffusi in tutto il corpo (uno studio di bio-distribuzione). Quindi è possibile che il latte materno possa essere contaminato dai vaccini.

Come posso proteggere il mio bambino dal Covid-19?

shutterstock 1370975798

La buona notizia è che i neonati e i bambini sono di solito solo leggermente colpiti dal Covid-19, e le mamme non hanno bisogno di stare lontano dai loro bambini se hanno il Covid.

Una dieta e uno stile di vita sani sono vitali per rimanere in salute durante la gravidanza e l’allattamento. Il bambino ne beneficerà anche dal punto di vista nutrizionale, perché le madri mangiano una dieta sana e questo sosterrà il sistema immunitario e la salute generale del bambino.

Durante la gravidanza e l’allattamento gli anticorpi vengono passati dalla madre al bambino, e questo aiuta a proteggere il bambino dalle infezioni, compreso il Covid-19. I bambini beneficeranno anche dal punto di vista nutrizionale grazie alle madri che mangiano una dieta sana.

L’assunzione regolare di supplementi nutrizionali può anche beneficiare le madri incinte e che allattano e quindi i loro bambini. È particolarmente importante ottenere buoni livelli di vitamina D. La migliore fonte di vitamina D è esporre il nostro corpo alla luce naturale del sole, ma questo spesso non è possibile nell’emisfero settentrionale e stagionalmente, quindi è importante integrare la vitamina D.

Il contatto sociale, le coccole, il rilassamento e il legame sono anche importanti per la salute generale delle mamme e dei bambini, e possono persino beneficiare il sistema immunitario. Le neo-mamme dovrebbero evitare lo stress extra e prendersi del tempo per rilassarsi e recuperare il sonno.

L’uso della maschera è meglio evitare ed è probabile che sia psicologicamente dannoso soprattutto per i neonati e i bambini. Indossare la maschera può anche interferire con il legame tra madre e bambino. Maschere e coperture per il viso regolari non impediscono la diffusione delle infezioni virali ed è improbabile che riducano il rischio di trasmissione.

Le cose più importanti che puoi fare sono essere preparato, prenderti cura del tuo sistema immunitario, e se tu o qualcun altro nella tua famiglia contrae il Covid-19, trattare presto a casa usando una combinazione di terapie che attaccano il Covid da una varietà di angoli diversi. Vedi le nostre linee guida per il trattamento precoce della Covid-19.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

Support people-powered world health