Share this

La stanchezza pandemica non è una malattia, è un’opportunità per crescere

shutterstock 482577253

Anche se non avete mai sentito la frase fatica pandemica, probabilmente sapete esattamente cosa significa.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato una pandemia mondiale l’11 marzo 2020 e, nonostante le prime assicurazioni che sarebbe stata sotto controllo in poche settimane, 18 mesi dopo continuiamo a vivere in tempi incerti. Le persone giovani e vecchie di tutto il mondo stanno lottando simultaneamente per mantenere l’equilibrio mentre sono bombardate da messaggi misti guidati dalla paura e dal caos.

Verso la fine del 2020, l’OMS ha emesso un appello esortando le persone contro la stanchezza pandemica, che ha descritto come “una mancanza di motivazione a seguire i comportamenti di protezione raccomandati Covid-19”. Il World Council for Health (WCH) non è d’accordo con questa definizione che pone il presupposto della carenza sull’individuo piuttosto che sul sistema stesso.

Affrontiamo l’errata definizione di fatica pandemica dell’OMS e cosa possiamo fare al riguardo.

In realtà, la stanchezza da pandemia è molto più che essere stanchi di indossare una maschera, essere fisicamente lontani dalla famiglia e dagli amici, seguire rigidi rituali di igienizzazione e lavaggio delle mani, e altre linee guida di salute pubblica senza precedenti e talvolta confuse. È perfettamente naturale essere stanchi di quello che succede.

La stanchezza pandemica non è una malattia. È il modo del corpo di riconoscere che qualcosa non va e gli effetti che ne derivano sulla nostra salute fisica e mentale. La stanchezza pandemica è una risposta naturale a una situazione innaturale che colpisce le persone in tutto il mondo.

Comprendendo cos’è la fatica pandemica e capendo che non sei solo a sperimentarla, puoi ottenere la forza per crescere e prosperare.

Quali sono i segni della fatica della pandemia?

irritated mother remote work from home in covid 19 2021 09 02 06 21 41 utc

Sperimentare i sintomi della fatica pandemica non significa che sei malato, fallito o in difetto. I nostri corpi rispondono a un ambiente che cambia rapidamente e a situazioni innaturali.

La stanchezza pandemica (chiamata anche stanchezza Covid-19) può essere paragonata a una forma di burnout, uno stato di esaurimento emotivo, fisico e mentale causato da uno stress eccessivo e prolungato.

I sintomi includono ansia, umore depresso, irritabilità, paura, apatia, affaticamento, aumento di peso, perdita di peso, aumento del consumo di alcol, dormire troppo o troppo poco, sonno agitato, rabbia, sentimenti negativi, frustrazione o una combinazione di questi. Nel contesto di tutto ciò che abbiamo perso durante la pandemia, dovremmo aggiungere il dolore alla lista. Dobbiamo anche riconoscere il recente e drammatico aumento dei suicidi.

Oltre alle conseguenze mentali ed emotive, gli effetti fisici possono includere problemi digestivi, perdita di capelli, mal di testa e aumento della pressione sanguigna, tra gli altri.

La combinazione di questi sintomi indica la necessità di una maggiore consapevolezza della fatica pandemica e dei modi per contrastare i suoi effetti per migliorare la nostra salute mentale ed emotiva.

Chi può avere la fatica della pandemia?

Non importa se hai avuto il Covid-19 o no, se hai avuto il jab o no, o quali sono le tue opinioni quando si tratta di mandati per il vaccino Covid-19 e passaporti. La stanchezza pandemica è una cosa che condividiamo tutti, ed è perfettamente normale sperimentarla in queste circostanze senza precedenti!

Ognuno di noi è stato colpito in qualche modo dalla perdita durante la pandemia di Covid-19: perdita di un membro della famiglia o di un amico, perdita di un’amicizia o di una relazione a causa di credenze e opinioni diverse, perdita di reddito e, più significativamente, perdita della vita come la conoscevamo. Giorno dopo giorno siamo bombardati da statistiche pandemiche sulla malattia e la morte, e ci ricordano che la vita potrebbe non essere più la stessa.

In mezzo a tutto questo, abbiamo anche un flusso incessante di informazioni contrastanti provenienti dalle agenzie di salute pubblica, ricerche contrastanti sull’efficacia delle misure di salute pubblica volte a ridurre la diffusione del virus, e persino la soppressione delle legittime opinioni di esperti e del dissenso politico attraverso una crescente censura e il licenziamento di diversi scienziati di fiducia, medici, infermieri e organizzazioni sanitarie.

Prolungata come la pandemia è stata e senza fine in vista, questi fattori presi insieme possono avere effetti significativi sulla nostra salute fisica e mentale. Non importa chi sei o dove vivi, diventa difficile mantenere un sano equilibrio mentale ed emotivo.

Non c’è da meravigliarsi che molte persone abbiano avuto un periodo difficile. Ma non deve essere così.

Come vincere la fatica della pandemia

shutterstock 2001831371

Il riconoscimento è il primo passo per sentirsi meglio

La vita come la conoscevamo è stata alterata drammaticamente dalla pandemia, lasciando confusione e traumi nella sua scia. Questa è la realtà della nostra vita e dobbiamo adattarci e crescere per andare avanti. La prima cosa da fare è riconoscere la nostra situazione attuale e sapere che guardare indietro alla “normalità pre-pandemia” non la riporterà indietro.

Elaborando le vostre emozioni e praticando la cura di sé e mantenendo la consapevolezza dei tempi in cui ci troviamo collettivamente, inizierete a costruire la vostra resilienza contro gli impatti negativi.

Passi per elaborare il tuo dolore

Mentre alcune persone sono attivamente addolorate per la perdita di persone care, altre potrebbero non riconoscere che stanno soffrendo le diverse perdite descritte in precedenza. Ecco cosa consigliano gli esperti per aiutarvi ad affrontare la perdita:

  1. Riconoscete il vostro dolore, capite che il vostro processo di lutto sarà unico per voi.
  2. Accettate che il dolore possa scatenare emozioni diverse e inaspettate.
  3. Cercate il sostegno faccia a faccia di persone che si preoccupano per voi.
  4. Sostieniti emotivamente prendendoti cura di te stesso fisicamente.

Riconoscendo ed etichettando le emozioni negative sulla pandemia, sarà più facile elaborare il trauma e iniziare il viaggio di guarigione. Attraverso questo processo, puoi prendere il controllo della tua vita.

Nel corso della nostra esistenza, gli esseri umani hanno sperimentato l’avversità in molte forme e in varie circostanze. Siamo sopravvissuti e cresciuti attraverso di loro. Permettete alle avversità che stiamo vivendo ora di darvi il potere di svilupparvi attraverso un cambiamento positivo e di capire che siamo tutti collegati.

Possiamo cambiare il nostro modo di pensare e utilizzare questa opportunità per un cambiamento positivo!

Fai il check-in con te stesso in questo momento :

  • Stai bevendo abbastanza acqua? Bere acqua può prevenire la disidratazione che può causare pensieri poco chiari e provocare cambiamenti d’umore e stanchezza generale. La disidratazione ha anche un impatto negativo sulla memoria: rimanere idratati è essenziale se si soffre di nebbia cerebrale post-Covid. Bere una quantità sufficiente di acqua ha anche dimostrato di avere un effetto calmante naturale, il che lo rende un passo importante nella gestione dell’ansia e dello stress.
  • Sta seguendo una dieta sana? Migliorare la vostra dieta vi darà maggiore energia, un sistema immunitario più forte e una sensazione generale di benessere. Una dieta nutriente ed equilibrata di proteine magre, carboidrati e grassi buoni può aiutarti ad eliminare qualsiasi peso extra che potresti avere. Ridurre l’assunzione di zucchero può migliorare l’umore: le oscillazioni dello zucchero nel sangue contribuiscono all’instabilità dell’umore. Oltre a sollevare il tuo umore, una dieta sana ti permetterà anche di avere un buon risultato se ti capita di contrarre il Covid-19.
  • Stai facendo esercizio? L’esercizio quotidiano è un altro strumento essenziale da tenere nella cassetta degli attrezzi per la fatica pandemica. L’esercizio fisico può combattere la depressione, l’ansia, l’insonnia, lo stress psicosociale e il malessere generale – aiuta anche a dormire meglio! Qualsiasi esercizio che ti mette in movimento e aumenta la tua frequenza cardiaca (specialmente in un ambiente naturale), che sia jogging, nuoto o semplicemente camminare, è fantastico. Assicurati di fare un po’ di esercizio ogni giorno.
  • Tistai prendendo del tempo libero per rilassarti e de-stressarti ? Si possono controllare solo gli elementi controllabili. Non puoi controllare la pandemia, ma puoi controllare la tua risposta ad essa. Ricordate che ciò su cui vi concentrate diventa la vostra realtà. Ritagliatevi del tempo nel vostro programma per le attività che sono importanti per voi.

Prova queste cose per evitare la fatica della pandemia

  • Fate attenzione. Iniziate un diario e catalogate i vostri pensieri. Non ignorare, ma non indulgere o soffermarsi sui pensieri negativi. Invece, mettete da parte del tempo ogni giorno per preoccuparvi. Anche se può sembrare strano, è un ottimo modo per iniziare a esercitare il controllo sui tuoi pensieri. All’ora stabilita, scrivi brevemente le tue preoccupazioni. Se ti viene in mente una soluzione, agisci per affrontare quella preoccupazione, altrimenti accettala e vai avanti con la tua giornata.
  • Prova la regola del 3-3-3. Durante la pandemia, è facile contemplare scenari “what-if” con una serie di esiti negativi. Quando ti senti sopraffatto dalla preoccupazione, guardati intorno e nomina tre cose che vedi. Poi, nomina tre suoni che senti. Infine, muovi tre parti del tuo corpo: la caviglia, il braccio e le dita. Quando il tuo cervello comincia a correre, questo trucco può aiutarti a riportarti al momento presente.
  • Ridurre il tempo trascorso ad ascoltare le trasmissioni di ‘notizie’ e i social media per evitare di essere bombardati da statistiche negative sulla pandemia e dall’allarmismo.
  • Ridurre il tempo trascorso a guardare programmi televisivi e prendete nota di come i programmi vi fanno sentire quando li guardate. Evitate i programmi che sono violenti, che vi fanno sentire ansiosi, o quelli che vi sembrano moralmente discutibili.
  • Registra i tuoi pensieri negativi e sostituiscili con affermazioni che affermano la vita.
  • Uscire con amici positivi che non trascinano ogni conversazione in un territorio negativo.
  • Leggi libri che ti ispirano e alimentano la tua mente. Anche la lettura di storie al capezzale aiuterà i vostri figli.
  • Gioca! I giochi da tavolo come lo scarabeo o gli scacchi favoriscono il pensiero strategico di livello superiore e la risoluzione dei problemi. Quelli che ti fanno ridere sono anche estremamente benefici per il tuo stato d’animo.
  • Larespirazione profonda , la meditazione e lo yoga sono meravigliosi alleviatori di stress.
  • Limitare le bevande alcoliche. Se ti piace una bevanda alcolica e ti rendi conto che la stai usando più del solito, riconoscilo e limitati o considera di evitarla.
  • Dormire abbastanza. Stabilite orari regolari per andare a letto e cercate di evitare il cibo o l’alcol per almeno due ore prima di andare a letto per incoraggiare un sonno di buona qualità.
  • Terapia solare. L’esposizione quotidiana all’aria fresca e alla luce del sole non solo solleva l’umore, ma è anche un potente booster immunitario. Siediti alla luce diretta del sole per almeno 15 minuti al giorno se non ti senti bene. È stato dimostrato che la luce del sole uccide virus, batteri e funghi e produce anche serotonina, un ormone chiave che stabilizza l’umore, la sensazione di benessere e la felicità.
  • Rimedi casalinghi. Se funzionano per voi, usateli con una guida per acquisire conoscenze.
  • Ricorda le persone, le attività e le cose che ti portano gioia e aumentate il tempo speso a godervi e ad esserne grati ogni giorno.

Raggiungere e abbracciare qualcuno!

shutterstock 1824069170

Se senti il bisogno di abbracciare qualcuno, non esitare, ma prima assicurati che sia d’accordo con gli abbracci. Gli abbracci e la vicinanza fanno parte di ciò che siamo.

L’allontanamento sociale, l’essere costretti all’isolamento e l’indossare maschere sono tutti atti disumanizzanti che vanno completamente contro il nostro bisogno umano fondamentale di interazione sociale e di contatto. La diffusione asintomatica del virus è stata dimostrata essere estremamente rara in numerosi studi, quindi non lasciare che la paura ti impedisca di abbracciare qualcuno se lo desideri.

Gli abbracci sono una meravigliosa terapia dello stress perché producono sostanze neurochimiche come l’ormone ossitocina, che rallenta la frequenza cardiaca e riduce i livelli di stress e ansia, così come le endorfine, gli ormoni naturali della felicità.

Quindi abbracciatevi e siate felici!

Pratica la gratitudine

shutterstock 721076470

La fiducia e la gratitudine sono le pietre miliari della pace interiore e della felicità. Non dimenticate gli enormi benefici di questi doni che giocano un ruolo potente nel portarvi ad una sensazione di calma.

Per esempio, ogni volta che mangiate un pasto immaginate i bei campi e le fattorie da cui proviene il vostro cibo nutriente. Considerate e sentitevi grati per il viaggio e le persone che hanno contribuito a portare quel delizioso pasto alla vostra tavola.

Non c’è bisogno di essere religiosi per intraprendere la pratica della gratitudine: rendersi conto di quanto si è fortunati può farvi sentire molto meglio.

La cosa più importante è avere fiducia in se stessi. Usa il tuo intuito: tu sai cosa è giusto per te.

La stanchezza pandemica non è una malattia, è un’opportunità per cambiare

Ricordate a voi stessi e a chi vi circonda che la fatica pandemica non è una malattia; è una risposta perfettamente naturale a una situazione molto innaturale. È il modo in cui il tuo corpo riconosce che qualcosa non va. Armati di una comprensione di ciò che è la fatica pandemica, sapendo che non sei solo a sperimentarla, e seguendo i consigli di cui sopra si otterrà la forza necessaria per prosperare attraverso questi tempi incerti.