Un massiccio convoglio di camionisti nordamericani che vogliono vedere la fine dell’obbligo di vaccino ai valichi di frontiera in Canada si è imbarcato in un viaggio attraverso il Paese, programmato per raggiungere Ottawa il 29 gennaio. I mandati stanno aggravando l’interruzione dei servizi essenziali necessari al funzionamento del Paese, come l’assistenza sanitaria e i trasporti, e stanno violando i diritti umani fondamentali e la Carta canadese dei diritti e delle libertà. Il World Council for Health (WCH) riconosce gli sforzi di questi camionisti e dei loro sostenitori in tutto il mondo.

Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della persona e
il diritto di non esserne privati se non in conformità con i principi
di giustizia fondamentale.

Carta canadese dei diritti e delle libertà

Il 15 gennaio è stato introdotto l’obbligo del “vaccino” Covid-19 ai valichi di frontiera canadesi. Da allora si è formato un movimento di base e pacifico di lavoratori e camionisti colpiti che agiscono in solidarietà. La prima tappa del convoglio di protesta è iniziata il 22 gennaio nella Columbia Britannica settentrionale, con l’adesione di nuovi gruppi provenienti da diverse direzioni, anche dagli Stati Uniti.

“I camionisti hanno molto potere”, ha dichiarato il regista Laurent Goldstein, che il 23 gennaio si è recato a Delta (BC) per documentare alcuni dei primi camion che si sono uniti all’azione di attraversamento del paese e che lunedì ha riferito a WCH. “Distribuiscono il cibo, distribuiscono i beni. Sono quasi l’ancora di salvezza, il sangue della civiltà, se ci pensate”.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

A partire da mercoledì, i camionisti hanno formato un convoglio da record mondiale, secondo quanto riferito, lungo oltre 70 km, dato che continuano ad arrivare camion da ogni parte del Canada. Il convoglio della libertà è stato accolto da migliaia di canadesi allineati su strade e ponti autostradali per applaudire lo spettacolo a sostegno della libertà e della salute.

“Gli organizzatori sono molto coscienziosi e stanno contattando la polizia, la RCMP e le varie comunità che attraversano lungo il percorso. Hanno contattato la polizia, la RCMP, le varie comunità che attraversano lungo il percorso e si stanno assicurando che tutto ciò avvenga in modo pacifico e rispettoso”, ha spiegato Goldstein.

L’azione civile pacifica esercita un’immensa pressione sul governo del Primo Ministro Justin Trudeau affinché abroghi non solo l’obbligo di vaccinazione per gli autotrasportatori, ma ponga fine a tutti i cosiddetti obblighi sanitari dal marzo 2020.

Il Consiglio Mondiale per la Salute si oppone alla prosecuzione dell’uso e all’imposizione delle iniezioni sperimentali e dannose di Covid-19, chiedendone l’immediata cessazione. Il WCH sostiene l’uso di trattamenti sicuri, efficaci e accessibili per la Covid-19 e si oppone a misure che limitano la libertà di movimento.

La Canadian Trucking Alliance, un gruppo di interesse speciale del settore, ha denunciato il Freedom Convoy 2022 mettendo in discussione la sicurezza pubblica, anche se gli organizzatori manifestano pacificamente e in coordinamento con la polizia locale. L’organizzazione, che sostiene di cercare di alleviare i problemi della catena di approvvigionamento causati dalle azioni governative, continua a sostenere l’obbligatorietà delle iniezioni per poter lavorare.

Gli organizzatori del convoglio hanno ricevuto decine di migliaia di donazioni attraverso una campagna GoFundMe per sostenere i camionisti. Tuttavia, c’è stata confusione dopo le notizie secondo cui i fondi sono stati congelati da GoFundMe. Mentre le donazioni continuano ad affluire, non si sa se GoFundMe, un’organizzazione che in passato ha trattenuto le donazioni per cause che non condivide, rilascerà i fondi.

Il partner della coalizione del Consiglio Mondiale della Sanità, Police on Guard, ha rilasciato una dichiarazione a sostegno del convoglio della libertà. Messaggi di sostegno sono stati condivisi anche dal partner della coalizione WCH, Canadian Covid Care Alliance , su Twitter e nella loro newsletter. Visitate Canada Unity per saperne di più sul Freedom Convoy 2022.

We are a people-powered platform for world health representing 170+ coalition partners in more than 46 countries.

Creative Commons License
Free Cultural Work

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License and is available for republishing and use as a Free Cultural Work.