Il Consiglio Mondiale per la Salute (WCH) si oppone fermamente alle detenzioni forzate che si stanno verificando nel Territorio del Nord dell’Australia .

Secondo quanto riportato, le persone con un test PCR positivo per la SARS-CoV-2 sono detenute con la forza in un grande centro di detenzione, a volte contro la loro volontà. In alcuni casi, anche i contatti stretti delle persone con test positivo vengono trattenuti, nonostante non siano malati e abbiano ripetuto test PCR negativi. Rischiano multe di 5.000 dollari se non rispettano o violano le regole durante la detenzione.

Questo processo è una chiara violazione dei diritti umani, tra cui, ma non solo, la discriminazione, il trattamento disumano, la detenzione ingiusta e l’assenza di libertà di movimento.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

Le azioni delle autorità australiane non sono basate su prove, hanno conseguenze significative e durature che non contribuiscono a migliorare la salute pubblica e vengono decise utilizzando una strategia errata. Il test PCR non è un test diagnostico e quindi non conferma la presenza di una malattia o di un disturbo. In quanto tale, non dovrebbe essere utilizzato come indicatore per identificare i soggetti a rischio.

Le persone detenute in Australia hanno riferito di condizioni di salute mentale precarie all’interno della struttura e di conseguenze significative come la perdita del lavoro. Le comunità indigene denunciano un aumento delle discriminazioni nel Territorio del Nord e delle vaccinazioni forzate.

Il Consiglio Mondiale della Sanità ritiene che sia più sicuro per le persone rimanere in quarantena a casa, affidandosi alla propria rete di supporto personale e alle prime opzioni di trattamento quando si ammalano. Il Consiglio Mondiale della Sanità chiede di fermare immediatamente queste azioni illegali del governo australiano.

We are a people-powered platform for world health representing 170+ coalition partners in more than 46 countries.

Creative Commons License
Free Cultural Work

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License and is available for republishing and use as a Free Cultural Work.