Share this

Dal lancio dei vaccini sperimentali Covid-19, c’è stato un aumento di una varietà di condizioni cardiovascolari che colpiscono persone di tutte le età. In mezzo a questo, i media aziendali hanno in gran parte trascurato di mettere in discussione questo aumento, scegliendo invece di pubblicare una quantità insolita di articoli che mettono in guardia dalle attività mondane che causano il rischio di infarto o ictus.

Il World Council for Health (WCH) ha chiesto la fine immediata della promozione e dell’uso delle iniezioni di Covid-19 a causa di una pletora di ragioni, una delle quali è il rischio molto reale di problemi cardiovascolari. Il WCH ha precedentemente rilasciato una dichiarazione sul rischio di miocardite dopo l’iniezione nei bambini.

I media aziendali nel loro insieme hanno trascurato di riferire la realtà di queste iniezioni sperimentali, compresi i rischi e le conseguenze della vita reale. Per esempio, i dati del Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) degli Stati Uniti da dicembre 2020 a gennaio 2022, mostrano 578 casi di miocardite e pericardite in bambini dai 12 ai 17 anni attribuiti all’iniezione di Pfizer; e un recente studio pubblicato nel Journal of the American Medical Association (JAMA), rivela un aumento del rischio di miocardite in seguito alle iniezioni di Covid-19 a base di mRNA.

Invece di riferire su questi dati e sulle esperienze individuali come hanno fatto con coloro che si sono ammalati a causa del Covid-19, i media aziendali stanno invece sfornando articoli che avvertono che tutto tranne le iniezioni di Covid-19 può causare problemi cardiaci. Tra le cause apparenti di problemi cardiaci, alcune sono apparse di recente:

Anche se non tutti questi rischi sono collegati a studi recenti, i media stanno scegliendo di riferirli ora. È irresponsabile riferire su attività banali che non sono nuove e sul loro rischio per la salute individuale, mentre sembra ignorare di proposito il rischio causato dalle iniezioni di Covid-19 che è diventato una variabile solo negli ultimi due anni.

Oltre a quello che sembra essere un vero e proprio rifiuto di riferire sui rischi, alcune testate giornalistiche arrivano a dire che non c’è alcun rischio o che il rischio di contrarre eventualmente la SARS-CoV-2 che si sviluppa in Covid-19 a tal punto che c’è un rischio per la propria salute cardiovascolare è molto peggio che rimboccarsi le maniche una, due, tre o anche più volte per l’iniezione.

Va anche notato che su internet circolano screenshot di titoli falsi che collegano le attività quotidiane con il rischio di malattie cardiovascolari. Questi includono, ma non sono limitati alle affermazioni secondo cui sprimacciare i cuscini, respirare troppe volte al giorno, scuotere i piumoni e l’uso di sex toys aumentano il rischio di infarto e ictus. Anche gli screenshot di notizie pre-pandemia vengono condivisi come se fossero stati pubblicati di recente.

Subscribe to World Council for Health’s newsletter to get up-to-date information about this

Support people-powered world health

Articoli simili